loading

KARTELL: “FACCIAMO PROGETTI PER IL PRESENTE”… DAL 1949

giugno 14, 2017·by Anna Tognetto·in News

L’azienda Kartell, fondata nel 1949 da Giulio Castelli, nacque producendo un semplice cordone elastico con la funzione di portasci. Negli anni sviluppò la sua attività realizzando prodotti casalinghi in plastica. Fu una delle prime realtà a portare all’interno delle case una vasta gamma di prodotti leggeri e resistenti, diventando ben presto punto focale del design italiano. 

Il suo obbiettivo principale? La creazione di oggetti innovativi, utili ed economici.

L’azienda ottenne grande successo fin da subito e arrivarono ben presto anche riconoscimenti ufficiali come i premi Compasso d’oro. Contemporaneamente ci fu un’espansione dell’attività nei settori, prima, dell’illuminazione, e successivamente, della mobilia in materiale plastico. 
La seggiolina per bambini “K 1340”, con i suoi 4 anni di progettazione, fu la prima sedia al mondo realizzata completamente in plastica, Premio Compasso d’Oro del 1964, segnò l’inizio della produzione di arredamento Kartell.

Negli anni Kartell mutò il suo stile, passò da forme articolate e colori vividi ad un minimal con tonalità opache e tinte pastello, ma quel che è certo è che fu capace di rinnovare il suo vocabolario estetico realizzando sempre oggetti del tutto innovativi. Grazie alla sua costante ricerca di miglioramento riuscì, nonostante la rigidità del materiale usato, ad unire stile e comfort, mettendo a disposizione una vasta gamma di prodotti che potessero soddisfare ogni tipo di richiesta.

 

A simboleggiare l’avanguardia e la ricerca tecnologica di Kartell negli anni, troviamo altri due prodotti: “Bubble Club“, il primo divano realizzato con la tecnologia dello stampaggio rotazionale, una tecnica di lavorazione tradizionalmente usata in altri settori industriali e  “la Marie“, la prima sedia in policarbonato completamente trasparente al mondo, dalla quale presero spunto poi numerosi designer e che inaugurò il concetto di diafanità nell’arredamento. Quest’ultima venne considerata il fiore all’occhiello tra tutti i prodotti Kartell in quanto diede all’azienda lo stimolo necessario per esplorare il tema della trasparenza tra superfici mosse, colori e forme diverse.

In anni più recenti, fino ad oggi, la fama di Kartell è cresciuta e ha dato vita a collaborazioni internazionali con designer e personalità di spicco di altri settori, spaziando da quello della moda, dove ha incontrato grandi marchi come Moschino, fino all’ultimo brand di diffusori per ambiente firmati Kartell Fragrances.

Share this Post

Comment

Tags

Tag:,